logo
logo

Fotografo di matrimonio ? Guida su come fotografare un matrimonio

Prenota ora
Il tuo fotografo matrimonialista

Dinamica e surreale

Dinamica e surreale

previous arrow
next arrow
PlayPause
Slider
fotografo matrimonio , fotografo matrimonio milano , fotografo professionista matrimonio ,

Fotografo di matrimonio ? Guida su come fotografare un matrimonio

Come fotografare un matrimonio ? Il fotografo di matrimonio professionista, sa benissimo che non può permettersi di sbagliare quasi nulla durante lo svolgimento del servizio fotografico. Il giorno delle nozze è composto da momenti irripetibili per i quali non esiste una seconda occasione per scattare la stessa foto. Si tratta inoltre di un giorno speciale per i novelli sposi e gli si deve garantire un bel ricordo che duri nel tempo: l’album fotograficoAl di là di come si riesca a gestire a livello emotivo questa enorme responsabilità, che dipende dal carattere e dalla personalità del fotografo, ci sono degli aspetti puramente tecnici che si deve essere in grado di padroneggiare. Parliamo di tecnica fotografica e di materiale in dotazione, due elementi cardine senza i quali, difficilmente riusciremmo a produrre un servizio fotografico matrimoniale in grado di soddisfare le aspettative degli sposi.

Ma se all’equipaggiamento da fotografo posseduto si potrebbe in qualche modo sopperire, grazie ad un uso sapiente delle tecniche fotografiche, viceversa non è possibile il contrario. Se sei al tuo primo impegno da fotografo di matrimonio, ti troverai ad avere a che fare con diverse situazioni in cui sarà indispensabile sapere come scattare quelle foto in quelle determinate condizioni di luce o di movimento. Questo articolo, vuole andare a spiegare senza presunzione e nella maniera più completa possibile, come fotografare un matrimonio. In particolar modo, come affrontare i problemi e i momenti salienti che inevitabilmente ci si trova ad affrontare durante le cerimonie di nozze.

Partiamo dalla base: l’attrezzatura fotografica per il fotografo di matrimonio.

Indice:

    1. Come fotografare un matrimonio
    2. La Reflex
    3. Le Ottiche
    4. Il Flash
    5. Fotografare in Chiesa
    6. Lo Scambio delle Fedi
    7. Il Bianco dell’abito da sposa

Attrezzatura Fotografica per Matrimoni

Tutti noi fotografi, amatoriali o professionisti, possediamo un corredo fotografico. Mentre però il fotografo professionista è normalmente dotato di apparecchiature ed ottiche di primo livello e molto costose, il fotografo amatoriale di solito si attesta su materiali di medio/bassa qualità. Per fare un esempio, il fotografo amatoriale potrebbe possedere una buona Nikon D7200 con uno zoom tuttofare tipo un 18-200 f3.5/5.6. Una buona dotazione ma certo non ideale per mettersi nelle migliori condizioni durante un servizio fotografico matrimonialeMa quali sono le caratteristiche di un equipaggiamento fotografico adatto alla ripresa di matrimoni e cerimonie varie?

fotografo matrimonio , fotografo matrimonio milano ,

 

La Reflex

Non è strettamente necessario possedere una reflex top di gamma, ma questa deve essere abbastanza completa di funzionalità che consentano di operare in varie modalità, di avere la pulizia automatica del sensore, di avere una buona risoluzione in pixel, di poter essere sincronizzata con il flash e che soprattutto, permetta di scattare in raw. Il raw è un formato “grezzo”, che a dispetto dell’aggettivo utilizzato, permette di ottenere foto senza perdita di qualità, compromessa invece di solito, da chi memorizza gli scatti in jpg.

Di contro, il formato raw memorizza foto di dimensioni pesantissime, nell’ordine anche delle decine di megabyte cadauna. Ciò comporta l’utilizzo di svariate memory card (SD Card) dalle grandi capacità di salvataggio dati. In una cerimonia di matrimonio si può arrivare a scattare anche 3000 fotografie, per cui è fondamentale possederne in quantità adeguata.

È consigliabile anche avere sempre una reflex “muletto” a portata di mano, nel malaugurato caso in cui la prima si guastasse o in tutti quei casi in cui la SD card si saturasse in un momento particolare nel quale non ci sarebbe il tempo per sostituirla.

Casi limite è vero… ma pur sempre da mettere in conto per diventare un fotografo di matrimonio professionista .

fotografo matrimonio , fotografo matrimonio milano ,

Le Ottiche

A mio modesto giudizio, l’ottica conta molto di più della macchina fotografica. Sono loro che fanno fare il salto di qualità alle foto, garantendoci luminosità ed evitando distorsioni, vignettature e altri difetti tipici delle ottiche amatoriali.

Per cui, se avete predisposto un budget per ampliare il vostro corredo fotografico, fareste meglio a spenderlo in ottiche di qualità che in corpi macchina. Ed è meglio spenderlo per una sola ottica buona che in tante ma di scarsa qualità.

Le ottiche necessarie ad affrontare un servizio fotografico matrimoniale devono essere luminose, almeno quelle che utilizzerete in chiesa e al ristorante, dove di solito la luce scarseggia. È fondamentale possedere delle ottiche che consentano di aprire il diaframma almeno fino a 2.8. In certi tipi di situazione più estreme, spingersi fino a 1.4/1.8 si potrebbe rivelare determinante.

Detto questo, uno zoom luminoso è senza dubbio molto comodo ma poi, la lunghezza della focale degli obiettivi, dipende tanto anche al vostro stile e al vostro modo di fotografare. E a proposito di stile… è bene che ne cerchiate uno vostro per far scoppiare di gioia e meraviglia gli sposi quando esamineranno i vostri scatti.

fotografo matrimonio , fotografo matrimonio milano , fotografo professionista matrimonio ,

Il Flash

Il flash è un’arma a doppio taglio per i servizi fotografici di matrimonio. Se è vero che ci garantisce luce sufficiente per scattare le foto, di contro se goffamente utilizzato, toglie luminosità all’ambiente intorno al soggetto inquadrato. Se si decide di utilizzarlo, è importante non farlo puntandolo sparato sui soggetti e cercando di bilanciarlo in maniera di non annullare la luce ambiente. Manco a dirlo poi, cercate di utilizzarlo senza “bruciare” le foto con sovraesposizioni irrecuperabili.

Un buon flash deve consentire la sincronizzazione con il corpo macchina. Specialmente per i meno esperti, deve essere un flash TTL. Oggi quasi tutti i flash in commercio hanno queste caratteristiche. Se devo consigliarne un tipo, suggerirei quelli in grado di far impostare la potenza del lampo sia in automatico che in manuale. La seconda può essere utile per imparare ad utilizzarlo in uscite private fino a quando non si sia in grado di utilizzare la tecnica anche durante i servizi matrimoniali.

fotografo matrimonio , fotografo matrimonio milano , fotografo professionista matrimonio ,

Fotografare in Chiesa

Ecco una delle difficoltà oggettive con cui si devono misurare tutti i fotografi di matrimonio: le foto in chiesa. Le chiese spesso sono debolmente illuminate per cui ci si trova ad operare in situazioni con scarsa luce ambiente.

Si potrebbe ovviare il problema con il flash, ma come detto prima, si deve essere in grado di utilizzarlo al meglio e in fondo, se si riesce ad evitarne il ricorso, si possono ottenere foto di maggior qualità e migliore impatto emozionale.

Inutile spesso anche ricorrere a sopralluoghi prima della cerimonia per tarare la macchina fotografica. La luce ambiente cambia a seconda dell’orario e della luce disponibile al momento. Basta una nuvola che copre il sole in una giornata serena per costringervi a cambiare le impostazioni. E’ importante che il fotografo di matrimonio abbia quindi un’attitudine al problem solving. 

Detto questo, è senza dubbio utilizzare l’ottica più luminosa che avete a disposizione, partendo da almeno una con apertura massima 2.8. La macchina fotografica deve permettere di raggiungere ISO alti senza far risaltare troppa grana sulle foto. Se si deve utilizzare il flash bisogna saper dosare la luce manualmente.

Per il resto si tratta di spingere al massimo la propria attrezzatura per raggiungere la migliore qualità possibile. E questo spiega anche il discorso che si faceva prima riguardo la necessità di avere un buon corpo macchina con ottiche di qualità.

Il tutto si può gestire anche con una buona dose di esperienza che se non avete, sarete costretti a farvi sulla vostra pelle. Come tutti i fotografi di matrimonio d’altronde.

fotografo matrimonio , fotografo matrimonio milano , fotografo professionista matrimonio ,

Lo Scambio delle Fedi

Lo scambio delle fedi è un momento che aggiunge ulteriore difficoltà al fatto di operare in condizioni di scarsa luminosità. E momento cruciale da catturare per il fotografo di matrimonio. 

Si tratta di un momento difficile da gestire e per il quale non ci sarà un’altra occasione per fotografarlo. Se si perde l’attimo, se le foto vengono sbagliate, è finita. Per cui è l’attimo in cui concentrarsi di più e dare sfoggio di tutte le proprie capacità.

Qui entrano in gioco anche i tempi di scatto che devono essere sufficientemente veloci per congelare il momento. Almeno 1/125 è d’obbligo. Questo è uno di quei momenti in cui il non avere un’ottica sufficientemente luminosa può far rimpiangere il fatto di non aver investito abbastanza per comprarla. Si sa infatti che più luce si è in grado di catturare, più i tempi di scatto possono essere veloci.

Nella fattispecie bisogna cogliere nitidamente le mano degli sposi nel momento in cui si scambiano le fedi e se le infilano al dito. Un consiglio che spesso ho sentito dare agli sposi dal loro fotografo, è quello di recitare la formula con la fede già parzialmente infilata al dito dell’altro, all’altezza magari della prima falange. In questo modo il tempo per cogliere l’attimo diventa molto lungo ed il fotografo può lavorare con meno pressione.

Il consiglio tecnico invece è quello di utilizzare aperture di diaframma non superiori a 2.8 (il range tra 2.8 e 3.5 è perfetto)  per evitare una profondità di campo non troppo stretta.

fotografo matrimonio , fotografo matrimonio milano , fotografo professionista matrimonio ,

Il Bianco dell’abito da sposa

Il bianco (così come anche il nero) sono colori difficili da gestire. E la sposa nel 90% dei casi è vestita di bianco. Anche in questo caso il fotografo di matrimonio deve far ricorso alle sue capacità tecniche per evitare fastidiose sovraesposizioni e rendere il colore bianco come tale. Quante volte infatti un soggetto bianco visto nella foto appare velatamente grigio?

In questo caso la tecnica di scatto varia in base alla luce ambiente cha si ha a disposizione e bisogna “lavorare di diaframma” chiudendolo sapientemente per evitare l’effetto “bianco sparato” quando c’è poca luce.

Purtroppo, le infinitesimali condizioni di luce che possono essere presenti al momento dello scatto, non consentono di dare delle regole precise. Bisogna fare esperienza e fare ricorso ad essa ad ogni nuovo servizio fotografico matrimoniale.

Terminiamo qui questo piccolo elenco di consigli utili per affrontare i servizi fotografici di matrimonio sperando possano aiutare specialmente i fotografi alle prime armi. Il vostro occhio, la vostra attitudine alla fotografia ed il vostro estro creativo sapranno fare il resto.

fotografo di matrimonio , fotografo matrimonio milano , fotografo professionista matrimonio ,

 

Le fotografie presenti in quest’articolo e l’articolo stesso sono di Francesco Russotto fotografo di matrimonio con sede a Roma.

 

 

 

NEWSLETTER

Ricevi ogni mese utili consigli per migliorare la percezione che hanno i tuoi clienti su di te e la tua azienda, con aggiornamenti sugli ultimi trend in materia di comunicazione visiva, media e SEO. Segui il nostro ‘Blog fotografico e NON’ le nostre strategie ti aiuteranno a vendere i tuoi prodotti più semplicemente.

Fotografia pubblicitaria?

Vendi dei prodotti fantastici, ma le foto che hai non rendono giustizia? Su questo sito puoi leggere alcuni dei nostri articoli sullo sviluppo di un set di fotografia pubblicitaria, guardare i miei precedenti lavori sulla sezione Portfolio o prenotare direttamente cliccando il pulsante qui sotto.

Fotografia per il tuo e-commerce?

Leggi anche i nostri articoli correlati allo sviluppo del tuo sito e-commerce e scopri i nostri prezzi per crearlo da zero. Se ne stai già sviluppando uno, possiamo continuare il tuo lavoro dove lo hai lasciato ed aggiungere foto fantastiche create in studio per la tua linea di prodotti. In studio possiamo lavorare anche sui tuoi capi fashion della nuova collezione. Clicca qui per leggere uno dei nostri articoli sulla fotografia da studio per e-commerce.

Fotografo di matrimonio ? Guida su come fotografare un matrimonio ultima modifica: 2018-07-17T07:30:52+00:00 da Fabio Napoli

Published by

Fabio Napoli

Fotografo specializzato in fotografia pubblicitaria professionale a Londra. Dopo una lunga collaborazione con due agenzie fotografiche londinesi, torna in Italia. Tre anni di permanenza nella capitale Inglese hanno ampiamente caratterizzato il suo stile fotografico. Oggi, vive a Milano ed è fotografo ufficiale di svariati magazine tra i quali: Golf People e Soiel international. Collabora con Photostudio 1619, SMCom di Susanna Messaggio , Merz Pharma e brand internazionali quali Datacolor, Huion, Pluto Trigger, Yi Technology , Geeetech , Nadella e molti altri.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *